BANDO EXPORT 4.0 COMMERCIO DIGITALE E FIERE: NUOVI MERCATI PER LE IMPRESE LOMBARDE

Regione Lombardia e le Camere di Commercio Lombarde tramite Unioncamere Lombardia, nell’ambito degli impegni assunti con l’Accordo per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo, intendono accompagnare le imprese intenzionate a sviluppare e consolidare la propria posizione sui mercati esteri.

BENEFICIARI
Possono presentare domanda di partecipazione le imprese che sono in possesso dei seguenti requisiti:
1) essere micro, piccola o media impresa con riferimento all’allegato I del Regolamento UE n. 651/2014;
2) avere sede legale e/o sede operativa in Lombardia;
3) essere in regola con il pagamento del Diritto Camerale Annuale1;
4) essere iscritte e attive al Registro imprese;
5) appartenere a uno dei seguenti settori: manifatturiero, costruzioni o servizi alle imprese (Il codice ATECO 2007 primario relativo alla sede oggetto dell’intervento deve rientrare tra i seguenti: sezione C, sezione F, J62, J63, K64, K65, K66, M69, M70, M71, M72, M73, M74);
6) avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 D. Lgs. 159/2011 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia). I soggetti sottoposti alla verifica antimafia sono quelli indicati nell’art. 85 del D. Lgs. 159/2011;
7) non trovarsi in stato di difficoltà, ai sensi dell’art. 2 punto 18 del Regolamento 651/2014/UE della Commissione europea;
8) non beneficiare di altri aiuti pubblici a valere sulle medesime spese ammissibili sostenute nel rispetto delle condizioni dell’art. 5 del Regolamento 1407/13 e a condizione che non si superi il massimale pertinente di cui all’articolo 3, paragrafo 2, del Regolamento stesso;
9) avere assolto gli obblighi contributivi ed essere in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro di cui al D.lgs. n. 81/2008 e successive modificazioni e integrazioni2;
10) non trovarsi in nessuna delle situazioni ostative relative agli aiuti di Stato dichiarati incompatibili dalla Commissione europea.

Tutti i requisiti, ad eccezione del requisito di cui al punto 2, devono essere posseduti dal momento della domanda fino a quello di liquidazione del contributo.

SPESE AMMISSIBILI
Sono ammesse al contributo per la Misura A le seguenti voci di spesa:
a) analisi di fattibilità del progetto, con particolare riferimento alle esigenze di adeguamento amministrativo, organizzativo, formativo, logistico, di acquisizione di strumenti e servizi;
b) organizzazione di interventi specifici di formazione del personale;
c) realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale export digitale, con specifico riferimento al portafoglio prodotti, ai mercati esteri e ai siti di vendita online prescelti (p.e.: predisposizione delle schede prodotto nonché di tutorial, gallery fotografiche, webinar, per la presentazione degli articoli e relative traduzioni in lingua);
d) sostegno al posizionamento dell’offerta sui canali commerciali digitali prescelti verso i mercati esteri selezionati;
e) automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web (API – Application Programming Interface);
f) raccordo tra le funzionalità operative del canale digitale di vendita prescelto e i propri sistemi CRM;
g) protezione e/o registrazione dei marchi e/o degli articoli compresi nel portafoglio prodotti nei mercati esteri di destinazione prescelti;
h) accesso ai servizi di vendita online sui canali prescelti (tariffe di registrazione ed eventuali quote determinate in percentuale sulle transazioni effettivamente realizzate, sostenute durante il periodo di validità del progetto).
La somma delle spese previste nelle categorie a) e b) non potrà superare il tetto massimo complessivo del 20% del valore totale del progetto.
La somma delle spese previste nelle categorie c), d), g) e h) non potrà superare il tetto massimo complessivo del 40% del valore totale del progetto.
Per ottenere l’erogazione del contributo, a consuntivo della rendicontazione delle spese effettivamente realizzate in misura pari ad almeno il 70% di quelle preventivate, l’impresa beneficiaria deve dimostrare di avere avviato l’attività di export digitale attraverso i canali indicati nel progetto verso i Paesi esteri selezionati. Nel caso in cui l’impresa non abbia avviato l’attività di export digitale e non abbia di conseguenza raggiunto l’investimento ammissibile minimo, saranno riconosciute ammissibili il 50% delle sole spese effettivamente sostenute per le voci di spesa a) e b), con l’erogazione fino al valore massimo del 20% del contributo previsto.
Sono ammesse a contributo per la Misura B le seguenti voci di spesa relative a fiere all’estero:
• affitto di spazi espositivi, comprese eventuali tariffe di iscrizione alla manifestazione fieristica;
• allestimento di stand
• servizi accessori: hostess, steward, interpretariato, pulizia e sicurezza;
• trasporto a destinazione di materiali e prodotti (solo campionario).
Per la Misura B, saranno ammesse esclusivamente spese sostenute direttamente dall’azienda senza il supporto di soggetti intermediari incaricati per l’organizzazione della partecipazione alla manifestazione fieristica
Tutte le spese si intendono al netto dell’IVA, il cui computo non rientra nelle spese ammesse a eccezione del caso in cui il soggetto beneficiario sostenga realmente ed effettivamente il costo dell’IVA senza possibilità di recupero.
Sono ammissibili esclusivamente le spese sostenute:
• per la prima finestra 2018, a partire dalla data di pubblicazione del Bando (ad eccezione delle spese per l’affitto di spazi espositivi della misura B, comprese eventuali tariffe di iscrizione alla manifestazione fieristica, che saranno ritenute ammissibili anche se sostenute prima della pubblicazione del bando, purché inerenti a manifestazioni fieristiche che si svolgeranno nel periodo compreso tra la data di pubblicazione del bando e il 31.12.2018).
• per la seconda finestra 2019, a partire dal 1° gennaio 2019 (ad eccezione delle spese per l’affitto di spazi espositivi della misura B, comprese eventuali tariffe di iscrizione alla manifestazione fieristica, che saranno ritenute ammissibili anche se sostenute prima del 1° gennaio 2019, purché inerenti a manifestazioni fieristiche che si svolgeranno nell’anno 2019).

Per entrambe le finestre, le spese devono essere realizzate entro la data di conclusione del progetto che sarà indicata dall’impresa in fase di rendicontazione e che dovrà essere entro il 31 dicembre dell’anno di assegnazione del contributo.
Le medesime spese ammissibili non possono essere state oggetto di altre agevolazioni pubbliche.

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO
L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto del 50% sull’importo delle spese ammissibili, con un contributo massimo concedibile di 6.000€ per la Misura A e di 2.000€ per la Misura B.
Il contributo verrà erogato in de minimis.
Ogni soggetto richiedente potrà presentare una sola richiesta di contributo per ogni misura, fino ad un massimo di 2 richieste complessive


TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda deve essere presentata esclusivamente per via telematica nei due periodi sotto riportati:
• Dalla ore 14.30 del 23 aprile 2018 fino alle 12.00 del 18 maggio 2018
• Dalle ore 14.30 del 6 novembre 2018 fino alle 12.00 del 30 novembre 2018


 

Ragione sociale
Parole chiave

Artigiani in rete

CALENDARIO

Cooperativa Silmploke
expo Brianza
Credito d'imposta
rappresentanza
banner China
Como Essence
buffetti
Bcc Alta Brianza
BCC Cantù
Serratore
Andersen Advisor
istituto pascoli
castello di casiglio
storie Cna
cnaservizipiù
cnacittadini
sistri
Banner ComoCom
consip
servizio psicologo per imprenditori
ISCRIVITI ON LINE

Contatti

COMO
Viale Innocenzo XI, 70
tel 031.27.64.41
fax 031.24.22.01
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LECCO
Via Brodolini, 33
tel 031.27.64.4
fax 0341.36.44.55
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LIMBIATE
Piazza della Repubblica 6/7/9
tel 02.99451711
fax 02.99451742
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CANTÙ
Via dell'Artigianato, 8
tel 031.27.64.41
fax 031.71.27.76
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ERBA
Via Turati, 3
tel 031.27.64.41
fax 031.61.06.23
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GRAVEDONA
Via Regina Ponente, 49
tel 031.27.64.41
fax 0344.85.025
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LOMAZZO
Via M.Generoso, 2
tel 031.27.64.41
fax 02.96.77.90.49
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MENAGGIO
Via C.Porta, 2
tel 031.27.64.41
fax 0344.30.020
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PORLEZZA
Via Cuccio (centro servizi)
tel 031.27.64.41
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.