Errore
  • Errore nel caricamento dei dati del feed

Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, i fuoriclasse d'Italia

20190207 113805"Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna i fuoriclasse d'Italia". Lo ha detto il Presidente Parolo nel corso della presentazione della ricerca sulle priorità per le autonomie differenziate che si è tenuta ieri presso la sede regionale lombarda in videoconferenza con le sedi regionali veneta ed emiliana.  In questa occasione è stata presentata la 7° edizione del #report dell’Osservatorio #Economia e #Territorio: una ricerca curata dal Centro Studi Sintesi per approfondire l’argomento e fornire uno strumento in grado di stimolare i soggetti istituzionali, economici e sociali coinvolti in tale processo.

Ha commentato con noi il rapporto anche il consigliere comunale Franco D'Alfonso che ha sottolineato: "rivendiachiamo la capacità di organizzarci con schemi diversi e non solo un'autonomia economica"

Il Presidente regionale Daniele Parolo ha introdotto i lavori con una metafora calcistica: "Abbiamo una grande squadra con 3 fuoriclasse: o standardizziamo il gioco senza che nessuno possa eccellere o potenziamo le risorse più forti per vincere". Un chiaro riferimento alla politica nazionale che spesso mortifica  o comunque non valorizza i propri fiori all'occhiello.

È trascorso quasi un anno da quando, il 28 febbraio 2018, Emilia Romagna, Lombardia e Veneto sottoscrissero con il Governo un documento di pre-intesa finalizzato all’applicazione dell’articolo 116 della Costituzione per l’attribuzione alle tre Regioni di ulteriori forme di autonomia. 

20190207 113805

Il Presidente regionale Parolo con il Consigliere comunale di Milano, dottor D'Alfonso e il rappresentante dell'Istituto di Ricerca Sintesi

Le CNA regionali di Emilia Romagna, Lombardia e Veneto già nel 2013, in occasione della prima edizione dell’Osservatorio interregionale, avevano individuato il “federalismo differenziato” come una delle possibili leve per il rilancio del Nord e dello sviluppo economico. Non da ultimo, l’iniziativa “La sfida del futuro: Lombardia ed Emilia-Romagna verso l’autonomia. Proposte, impegni, percorsi” organizzata da CNA Emilia Romagna e CNA Lombardia il 10 gennaio 2018.
Un tema, quello dell’autonomia rafforzata, che da allora è sempre stato presente nelle agende delle CNA coinvolte, che in più occasioni hanno saputo essere stimolo per il decisore pubblico portando alla sua attenzione le istanze degli imprenditori e delle micro e piccole imprese.
In Lombardia, CNA non si è voluta sottrarre all’importante ruolo di sollecitazione critica ponendosi come un interlocutore attento e responsabile nella definizione degli ambiti in cui viene richiesta maggiore autonomia e delle aree di competenza.

Infatti, CNA ha sollecitato la Regione Lombardia soprattutto su quattro aree di intervento strategico: la tutela e la sicurezza del lavoro, l’istruzione tecnica e professionale; l’internazionalizzazione delle imprese, la ricerca scientifica e tecnologica, il sostegno all’innovazione; il territorio, inteso come rigenerazione urbana, ambiente e infrastrutture; la tutela della salute.
Emilia Romagna, Lombardia e Veneto si trovano ad essere accomunate non solo dai primati di carattere economico e produttivo a livello nazionale, ma anche dall’aver intrapreso per prime questo innovativo percorso istituzionale.
La ricerca, come sempre curata dal Centro Studi Sintesi, si è occupata di approfondire Il tema “Autonomia per lo sviluppo”, con la finalità di fornire uno strumento in grado di stimolare i soggetti istituzionali, economici e sociali coinvolti in tale processo. Nel documento che sarà fornito ai giornalisti in conferenza stampa verranno anticipati alcuni elementi che, seppure ancora parziali, costituiscono un prezioso contributo per una riflessione su quale autonomia dovrà essere.

I DATI

GLI APPROFONDIMENTI


 

 

Ragione sociale
Parole chiave

Artigiani in rete

CALENDARIO

Ultimo mese Aprile 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 14 1 2 3 4 5 6 7
week 15 8 9 10 11 12 13 14
week 16 15 16 17 18 19 20 21
week 17 22 23 24 25 26 27 28
week 18 29 30

Contatti

COMO
Viale Innocenzo XI, 70
tel 031.27.64.41
fax 031.24.22.01
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LECCO
Via Brodolini, 33
tel 031.27.64.4
fax 0341.36.44.55
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LIMBIATE
Piazza della Repubblica 6/7/9
tel 02.99451711
fax 02.99451742
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CANTÙ
Via dell'Artigianato, 8
tel 031.27.64.41
fax 031.71.27.76
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ERBA
Via Turati, 3
tel 031.27.64.41
fax 031.61.06.23
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GRAVEDONA
Via Regina Ponente, 49
tel 031.27.64.41
fax 0344.85.025
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LOMAZZO
Via M.Generoso, 2
tel 031.27.64.41
fax 02.96.77.90.49
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MENAGGIO
Via C.Porta, 2
tel 031.27.64.41
fax 0344.30.020
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PORLEZZA
Via Cuccio (centro servizi)
tel 031.27.64.41
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.