ISA - i primi chiarimenti in una circolare dell'Agenzia delle entrate

In una corposa circolare l’Agenzia delle entrate fornisce una prima analisi degli ISA e l’interpretazione su alcuni dubbi emersi in sede di prima applicazione dello strumento. L’Agenzia, in primis, ripercorre i punti caratterizzanti degli ISA, dalle finalità agli elementi distintivi rispetto agli studi di settore, dalla costruzione all’applicazione degli indicatori, dall’analisi delle cause di esclusione dagli ISA, per finire con l’analisi dei benefici premiali per i contribuenti affidabili e l’analisi del rischio per i contribuenti non ritenuti affidabili.


Finalità degli indicatori

L’obiettivo dell’introduzione degli ISA è quello di favorire l’emersione spontanea di basi imponibili, stimolare l’assolvimento degli obblighi tributari e rafforzare la collaborazione tra contribuenti e pubblica amministrazione; in una parola, promozione della “compliance”.

L’esito dell’applicazione degli ISA, mediante una valutazione graduata del contribuente, consente da una parte di individuare i soggetti maggiormente affidabili, cui vengono riconosciuti benefici premiali, dall’altra di utilizzare i punteggi dei soggetti meno affidabili (fino al punteggio di 6,00) al fine di formare, insieme ad altre informazioni risultanti all’Anagrafe tributaria, le liste selettive di controllo di Guardia di finanza ed Agenzia delle entrate.


Gli elementi distintivi degli ISA

La circolare elenca, con una breve descrizione, i caratteri specifici che contraddistinguono l’ISA.

La valutazione di ogni contribuente, tenendo conto della sua storia personale in base ai dati dei periodi d’imposta precedenti, avviene mediante l’applicazione di più indicatori la cui media fornisce il risultato sintetico finale di Affidabilità del contribuente.

Gli indicatori sono suddivisibili in due distinti gruppi:

- Indicatori elementari di affidabilità, riferiti a valutazioni di stima dei ricavi/compensi per addetto, valore aggiunto per addetto, reddito per addetto e, ove presente, valutazione della gestione del magazzino (durata e decumulo delle scorte);

- Indicatori elementari di anomalia, riferiti a disallineamenti tra dati dichiarati e altre informazioni contenute nei modelli o in banche dati esterne, o a situazioni di non coerenza/normalità sotto il profilo contabile e gestionale.

Vengono inoltre descritte le cd. “parole chiave” che caratterizzano la costruzione degli ISA:

- Modelli di Business (MoB), che individuano i diversi modelli organizzativi in base al processo di “produzione del Valore” del processo produttivo o del servizio reso;

- Utilizzo di una base dati di 8/9 anni desunti dall’archivio dei dati degli studi di settore;

- Utilizzo di un unico modello di regressione per tutti i MoB, salvo poi far rientrare nei coefficienti di stima le differenze di risultato economico riconducibili alle diverse caratteristiche strutturali ed organizzative dei contribuenti;

- La valutazione dell’andamento congiunturale è effettuata tenendo tonto del trend desumibile dalla base dati pregressa (cd. analisi tendenziale) e da informazioni macroeconomiche di settore o desumibili da banche dati esterne (es.: Istat per il tasso di occupazione a livello regionale);

- La valutazione dell’effetto individuale sull’applicazione dell’ISA, per tenere conto dello storico del contribuente e, adattare le stime alla sua condizione mediante il cd. “coefficiente individuale”;

La circolare rammenta la cadenza dei termini che scandiscono la costruzione/validazione e l’applicabilità degli ISA (es.: approvazione entro il 31/12 affinché siano applicabili nello stesso anno, la pubblicazione di eventuali integrazioni entro il mese di febbraio successivo, la revisione biennale degli ISA e la pubblicazione entro gennaio delle revisioni che saranno effettuate nel corso dell’anno stesso).

La circolare riprende anche i benefici premiali previsti dalla normativa per i soggetti considerati affidabili e i voti cui si abbinano i singoli benefici premiali.


Le risposte ai quesiti

La circolare contiene, infine, un primo gruppo di chiarimenti, sotto forma di domanda/risposta, che deve ritenersi non esaustiva di tutte le problematiche emerse in queste settimane a seguito della prima applicazione degli ISA su imprese e professionisti, soprattutto in merito all’analisi e corretta lettura dei significati attribuibili ai punteggi che emergono dagli ISA.

Ragione sociale
Parole chiave

Artigiani in rete

CALENDARIO

banner unesco
bruxelles
Fatturazione elettronica
Cna Stars
Cooperativa Silmploke
expo Brianza
Credito d'imposta
rappresentanza
banner China
Como Essence
buffetti
Bcc Alta Brianza
BCC Cantù
Serratore
istituto pascoli
castello di casiglio
storie Cna
cnaservizipiù
cnacittadini
sistri
consip
servizio psicologo per imprenditori
ISCRIVITI ON LINE

Contatti

COMO
Viale Innocenzo XI, 70
tel 031.27.64.41
fax 031.24.22.01
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LECCO
Via Brodolini, 33
tel 031.27.64.4
fax 0341.36.44.55
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LIMBIATE
Piazza della Repubblica 6/7/9
tel 02.99451711
fax 02.99451742
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CANTÙ
Via dell'Artigianato, 8
tel 031.27.64.41
fax 031.71.27.76
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ERBA
Via Turati, 3
tel 031.27.64.41
fax 031.61.06.23
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GRAVEDONA
Via Regina Ponente, 49
tel 031.27.64.41
fax 0344.85.025
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LOMAZZO
Via M.Generoso, 2
tel 031.27.64.41
fax 02.96.77.90.49
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MENAGGIO
Via C.Porta, 2
tel 031.27.64.41
fax 0344.30.020
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PORLEZZA
Via Cuccio (centro servizi)
tel 031.27.64.41
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.