ISA - La Commissione di esperti approva alcune modifiche per il 2020

Nell'ambito dei lavori sulla revisione 2019 degli ISA, la Commissione di esperti  è stata chiamata ad esprimersi su alcune modifiche strutturali e metodologiche per gli ISA da applicare nel 2020. Le modifiche approvate, traversali a tutti gli ISA, consentiranno ai tecnici di predisporre le note tecniche e il software applicabile al periodo d'imposta 2019, entro aprile 2020.

La riunione della Commissione degli esperti è stata l'occasione per fare il punto sull'applicazione degli ISA relativamente al periodo d'imposta 2018 e segnalare le prime criticità emerse e proporre eventuali possibili soluzioni.

Nello specifico Rete Imprese Italia, in rappresentanza di CNA,e le altre Associaizoni di categoria, ha presentato un documento congiunto di prima analisi e una scheda con le criticità maggiormente riscontrate.

Di seguito riteniamo importante segnalare le principali criticità insorte nel rapporto istituzionale tra i diversi attori coinvolti e che hanno avuto ripercussione sulla fase di prima applicazione degli Isa.

In particolare:
1) Mancanza di adeguata comunicazione istituzionale su larga scala e di coinvolgimento delle Organizzazioni di rappresentanza in merito alla corretta rappresentazione degli ISA a livello territoriale.
2) Ingiustificato ritardo nell’emanazione di circolari esplicative e/o decreti ministeriali in grado di spiegare aspetti nuovi di natura metodologica e di efficacia applicativa ai fini fiscali degli ISA, anche con riferimento alla definizione dei valori e dei dati precalcolati forniti dall’Agenzia delle entrate.
3) Eccessivo numero di aggiornamenti del software dovuti anche a semplice miglioramento di carattere formale ed estetico delle maschere di dialogo.
4) Carenza di adeguata comunicazione in ordine al trattamento di situazioni di possibile inefficacia applicativa degli ISA sotto il profilo metodologico – es: nel caso di utilizzo di variabili di natura esclusivamente fiscale e non economica quali deduzioni forfettarie, effetti penalizzanti legati all’applicazione del c.d. “coefficiente individuale”, etc. – in grado di poter alterare la definizione di un equo livello di affidabilità fiscale.
5) Mancata preventiva condivisione critica con gli esperti delle Organizzazioni di rappresentanza in sede di predisposizione del Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate recante la disciplina del regime premiale, in ordine alla definizione dei livelli di
premialità e alla coerenza del regime premiale rispetto ai principi ritraibili dalla norma.

Conclusioni
I rappresentanti delle Organizzazioni di rappresentanza delle imprese aderenti a Rete Imprese Italia, in sede di prima applicazione degli Indici, sollecitano il coinvolgimento delle strutture dell’Agenzia delle entrate e della SOSE, al fine di avviare una congiunta azione formativa e di analisi a livello nazionale e territoriale anche al fine di cogliere nel confronto con i tecnici a livello territoriale ulteriori aspetti critici per la corretta applicazione degli ISA rispetto a quelli che sono stati coerentemente, ancorché non tempestivamente, recepiti in documenti di prassi dell’Amministrazione finanziaria.
Tale attività deve essere, più propriamente, ricondotta all’interno di un’azione complessa e sistematica di monitoraggio dell’efficacia applicativa del nuovo strumento, con l’obiettivo primario di salvaguardare il dialogo istituzionale con l’Amministrazione finanziaria, non soltanto nella fase di costruzione o evoluzione dei nuovi indici ma soprattutto in sede di applicazione degli stessi.
In allegato viene fornito un primo contributo che evidenzia alcuni aspetti problematici e le relative soluzioni recepibili in sede di evoluzione del modello al fine di operare un possibile miglioramento dell’impianto degli ISA.
L’analisi di quanto riportato nell’allegato schema operativo si colloca nell’ambito dell’attività di “osservazione monitorata” dei nuovi Indici come proposta nelle sedi istituzionali competenti da Rete Imprese Italia che dovrà avere come naturale conseguenza il riconoscimento della premialità in favore delle imprese che conseguono un alto punteggio di affidabilità, una più efficace valorizzazione delle cause di possibile non corretta applicazione dei nuovi indici, già emerse in sede di confronto con l’Agenzia delle entrate, da evidenziare nelle c.d. “Note aggiuntive” e un’attenta valutazione, in un arco temporale di almeno due anni,
degli operatori economici che presentano un punteggio gravemente insufficiente prima dell’utilizzo degli ISA come strumento di selezione.

Ragione sociale
Parole chiave

Artigiani in rete

CALENDARIO

banner unesco
bruxelles
Fatturazione elettronica
Cna Stars
Cooperativa Silmploke
expo Brianza
Credito d'imposta
rappresentanza
banner China
Como Essence
buffetti
Bcc Alta Brianza
BCC Cantù
Serratore
istituto pascoli
castello di casiglio
storie Cna
cnaservizipiù
cnacittadini
sistri
consip
servizio psicologo per imprenditori
ISCRIVITI ON LINE

Contatti

COMO
Viale Innocenzo XI, 70
tel 031.27.64.41
fax 031.24.22.01
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LECCO
Via Brodolini, 33
tel 031.27.64.4
fax 0341.36.44.55
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LIMBIATE
Piazza della Repubblica 6/7/9
tel 02.99451711
fax 02.99451742
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CANTÙ
Via dell'Artigianato, 8
tel 031.27.64.41
fax 031.71.27.76
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ERBA
Via Turati, 3
tel 031.27.64.41
fax 031.61.06.23
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GRAVEDONA
Via Regina Ponente, 49
tel 031.27.64.41
fax 0344.85.025
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LOMAZZO
Via M.Generoso, 2
tel 031.27.64.41
fax 02.96.77.90.49
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MENAGGIO
Via C.Porta, 2
tel 031.27.64.41
fax 0344.30.020
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PORLEZZA
Via Cuccio (centro servizi)
tel 031.27.64.41
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.