Smart road, mobilità del futuro: la digital transformation dei trasporti

La trasformazione digitale delle infrastrutture di trasporto rappresenta la possibilità di migliorarne la qualità, la sicurezza, l'utilizzo agevolando la mobilità di persone e merci. Il settore dei trasporti diventa "smart" e contribuisce alla crescita sostenibile del paese.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha raccolto la sfida dell'innovazione digitale fissandone gli obiettivi nell'Allegato al DEF 2016 e nel Piano Nazionale ITS. Ora ha pubblicato in Gazzetta ufficiale il Decreto "Smart road, guida connessa e automatica" con il quale concretizza il processo di digitalizzazione a livello nazionale, per guidare il Paese verso la nuova stagione della digital transformation delle infrastrutture. In considerazione degli ingenti investimenti nel settore (la Commissione Europea ha stanziato circa € 30 mld fino al 2020 per le infrastrutture di cui € 6,5 mld vanno all'Italia), l'obiettivo del legislatore nazionale è di vincolare l'erogazione dei finanziamenti all'adozione, da parte dei gestori dell'infrastruttura, di standard tecnologici minimi.

La tecnologia può essere utilmente impiegata in tutte le fasi di vita dell'infrastruttura e dell'esperienza di guida: dai sistemi di info-mobilità ai sensori e sistemi di rilievo dello stato delle infrastrutture (ponti, viadotti e gallerie), alle tecnologie di connessione veicolo-infrastruttura in vista della guida automatica.

Le strade intelligenti non potranno che beneficiare della continua evoluzione tecnologica dei veicoli a guida automatica e della connessione permanente, valorizzando la rete stradale e creando nuove opportunità di business. Le nuove tecnologie già assistono i guidatori in molti compiti e rappresentano un comodo ausilio per la sicurezza ed il comfort di guida. La tendenza è di una progressiva sostituzione tecnologica del ruolo del guidatore quale mediatore tra veicolo e infrastruttura, nonché nel compito di reazione e controllo rispetto alle informazioni provenienti sia dall'ambiente interno (veicolo) sia dall'ambiente esterno (strada e traffico). Lo scenario di "mobility as a service" vedrà l'auto solamente come un mezzo all'interno delle flotte degli operatori di servizi di mobilità per soddisfare le richieste degli abbonati attraverso un'offerta di trasporto integrata e pienamente co-modale.

CNA Fita

  • Deceduto Ennio Redionigi

    8 maggio 2018 | LuttoÈ deceduto Ennio Redionigi, storico dirigente del sistema CNACNA Fita apprende con profondo dolore la scomparsa di Ennio Redionigi, storico dirigente del sistema CNA.Ennio si è distinto per il suo forte impegno e capacità, in particolare nel settore del trasporto merci divendo, nel corso degli anni 80, dapprima Segretario regionale Lombardo e poi Vice Segretario nazionale della CNA FITA, contribuendo alla sua crescita e qualificazione.Lascia di sé un ricordo importante e significativo.
  • Cabotaggio stradale di merci

    Comunicato stampaCABOTAGGIO STRADALE
    DI MERCILa corte di Giustizia europea riconosce alla Danimarca l’attuazione di norme particolari sul cabotaggio, e in Italia? Subito una legge uguale per evitare il collasso"E' una sentenza molto importante per l'autotrasporto lombardo! Nelle nostra regione, dove si genera e transita il 40% DEL TRASPORTO NAZIONALE, stiamo subendo un attacco al limite della sfrontatezza da parte di vettori stranieri che, in assenza di una legge chiara e certa, spadroneggiano accaparrandosi quote di trasporto internazionale e nazionale, sicuri di farla franca" dichiara Luca Riva Presidente regionale della CNA FITA Lombardia che continua "la sentenza può aiutare l'ITALIA a prendere una decisione che avrebbe il senso di salvare posti di lavoro e di aumentare la quota di traffico e trasporti eseguita da imprese italiane, il che sarebbe un toccasana per la nostra economia in lenta, troppo lenta, ripresa."  >>>
  • Antitrust premia CNA FITA

    Campagna in favore degli autotrasportatori danneggiati dal cartello dei camionCNA FITA VINCE IL PREMIO ANTITRUST 2017CNA FITA RICEVERA' IL PRIMO PREMIO ANTITRUST 2017 – RISERVATO ALLE ASSOCIAZIONI DI IMPRESE - PER LA CAMPAGNA RISARCITORIA IN FAVORE DELL'AUTOTRASPORTO DANNEGGIATO DAL CARTELLO DEI CAMION. CNA-Fita, infatti, ha promosso un’azione collettiva alla quale le imprese possono ancora aderire senz’anticipare alcuna spesa usufruendo di professionisti dalla provata esperienza nel campo dell’antitrust e del contenzioso civile. In questo modo, CNA FITA offre agli autotrasportatori italiani la possibilità di far rientrare in azienda capitali illecitamente sottratti negli anni 1997/2011 durante i quali il cartello ha operato.“Siamo estremamente soddisfatti per questo alto riconoscimento, del quale ringraziamo prima di tutto l’Autorità garante della concorrenza e del mercato. Un riconoscimento che premia l’impegno profuso da tutti i colleghi del territorio, dalle imprese e dai professionisti in questa battaglia per l’affermazione della giustizia”, commenta il presidente nazionale della CNA FITA, Patrizio Ricci.Roma 27 aprile 2018
  • Confermato il diritto al rimborso accise anche se la cisterna non è autorizzata

    RIMBORSO ACCISE SUI CARBURANTI PER AUTOTRAZIONEConfermato il diritto al rimborso accise anche se la cisterna non è autorizzata ma scattano le segnalazioni all'autorità amministrativaCNA FITA Lombardia aveva ragione: dopo la risposta dell'8 agosto 2017, oggi la CNA ha avuto la conferma dalla Direzione Generale delle DoganeL’assenza dell’autorizzazione comunale per le cisterne di carburante ad uso privato, non determina la decadenza del rimborso delle accise la CNAFITA della Lombardia era già stata investita dal problema e fin dal luglio del 2017 aveva posto il quesito alla Direzione della Dogane di Brescia che, una volta interpellata la direzione Generale ci aveva risposto esattamente così come oggi risponde alla CNAFITA NAzionale.Era un quesito ben posto a difesa dei diritte delle nostre imprese e di molte altre imprese delle regioni vicine. Finalmente oggi abbiamo avuto una risposta che riguarda tutto il paese e la riportiamo come la riporta una nota della CNA FITA Nazionale. >>>
  • La scuola incontra l'autotrasporto e la logistica

    La scuola incontra l'autotrasporto e la logisticaStudenti della 2^a meccanica I.I.S. "J. Torriani" di Cremona a "lezione" con la CNA FITACNA Cremona ha ospitato venerdì 30 marzo 2018, la classe 2A Mecc dell'IIS "J.Torriani", accompagnata dal prof Conca Mauro, interessata ad approfondire la filiera della logistica del trasporto dal punto di vista delle professioni nell'ambito del percorso "Le professioni e il territorio locale" del progetto Passepartout.Il percorso, che prevede un incontro in classe e una visita ad un'azienda del territorio, ha come obiettivo quello di far conoscere il territorio nei suoi aspetti socioeconomici, avvicinare bambini e ragazzi alla cultura del mondo del lavoro, la realtà produttiva locale, quali sono i ruoli professionali inseriti e le competenze richieste, oltre che l'importanza delle soft skills. >>>
Ragione sociale
Parole chiave

Artigiani in rete

CALENDARIO

ISCRIVITI ON LINE
Andersen Advisor
expo Brianza
Credito d'imposta
rappresentanza
banner China
Como Essence
buffetti
Bcc Alta Brianza
BCC Cantù
Serratore
istituto pascoli
castello di casiglio
storie Cna
cnaservizipiù
cnacittadini
sistri
Banner ComoCom
consip
servizio psicologo per imprenditori

Contatti

COMO
Viale Innocenzo XI, 70
tel 031.27.64.41
fax 031.24.22.01
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LECCO
Corso Carlo Alberto, 37/A
tel 031.27.64.4
fax 0341.36.44.55
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LIMBIATE
Piazza della Repubblica 6/7/9
tel 02.99451711
fax 02.99451742
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CANTÙ
Via dell'Artigianato, 8
tel 031.27.64.41
fax 031.71.27.76
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ERBA
Via Turati, 3
tel 031.27.64.41
fax 031.61.06.23
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GRAVEDONA
Via Regina Ponente, 49
tel 031.27.64.41
fax 0344.85.025
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LOMAZZO
Via M.Generoso, 2
tel 031.27.64.41
fax 02.96.77.90.49
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MENAGGIO
Via C.Porta, 2
tel 031.27.64.41
fax 0344.30.020
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PORLEZZA
Via Cuccio (centro servizi)
tel 031.27.64.41
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.