Errore
  • Errore nel caricamento dei dati del feed

Trattamento fiscale del "bollino caldaie"

Il "bollino calore pulito" è un apposito contrassegno che attesta il pagamento del contributo economico posto a carico del responsabile dell'impianto termico (proprietario dell'impianto). Il bollino viene generalmente acquisito dal manutentore che esegue i controlli sull'impianto e viene da questo riaddebitato al responsabile dell'impianto. Le modalità di acquisizione del bollino sono diverse a seconda che vengano acquisiti bollini "cartacei" o bollini "elettronici" (il cui pagamento avviene in modo telematico tramite i Catasti unici regionali degli impianti termici).

La spesa sostenuta dal manutentore deve essere rimborsata dal responsabile dell'impianto senza l'applicazione di costi aggiuntivi.

L'Agenzia delle Entrate ha chiarito che il riaddebito del bollino da parte del manutentore nei confronti del responsabile dell'impianto non concorre a formare la base imponibile del servizio reso dal manutentore. Il riaddebito del bollino non ha infatti natura di corrispettivo del servizio ma è dovuto solo a titolo di ristoro dell'anticipazione fatta dalla ditta in nome e per conto del proprietario dell'impianto.

Trattamento Iva

Ai fini Iva il riaddebito del bollino da parte del manutentore nei confronti del responsabile dell'impianto è una spesa anticipata in nome e per conto, esclusa dalla base imponibile in base all'art.15 DPR 633/72.

Trattamento reddituale

Dato che è stato chiarito che il riaddebito del bollino non ha natura di corrispettivo, ai fini reddituali si può operare secondo le seguenti modalità:

- non considerare come ricavo il riaddebito del bollino da parte del manutentore nei confronti del responsabile dell'impianto e non considerare come costo la spesa sostenuta dal manutentore per l'acquisizione dei bollini;

- fare transitare a ricavo il raddebito del bollino e considerare costo l'acquisizione del bollino stesso, conteggiando a rimanenza l'ammontare dei bollini acquisiti ma non riaddebitati nell'esercizio.

Vista la classificazione come "spesa anticipata in nome e per conto" si ritiene più aderente alle norme contabili la prima delle due soluzione sopra elencate. La seconda soluzione si ritiene comunque accettabile in considerazione del fatto che si crea una compensazione tra i costi e i ricavi relativi alla movimentazione dei bollini rilevata contabilmente.

Ragione sociale
Parole chiave

Artigiani in rete

CALENDARIO

Ultimo mese Febbraio 2019 Prossimo mese
L M M G V S D
week 5 1 2 3
week 6 4 5 6 7 8 9 10
week 7 11 12 13 14 15 16 17
week 8 18 19 20 21 22 23 24
week 9 25 26 27 28

Contatti

COMO
Viale Innocenzo XI, 70
tel 031.27.64.41
fax 031.24.22.01
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LECCO
Via Brodolini, 33
tel 031.27.64.4
fax 0341.36.44.55
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LIMBIATE
Piazza della Repubblica 6/7/9
tel 02.99451711
fax 02.99451742
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CANTÙ
Via dell'Artigianato, 8
tel 031.27.64.41
fax 031.71.27.76
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ERBA
Via Turati, 3
tel 031.27.64.41
fax 031.61.06.23
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GRAVEDONA
Via Regina Ponente, 49
tel 031.27.64.41
fax 0344.85.025
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LOMAZZO
Via M.Generoso, 2
tel 031.27.64.41
fax 02.96.77.90.49
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MENAGGIO
Via C.Porta, 2
tel 031.27.64.41
fax 0344.30.020
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PORLEZZA
Via Cuccio (centro servizi)
tel 031.27.64.41
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.