Shopper a pagamento: le ultime novità

L’avvio delle novità relative alla commercializzazione delle borse di plastica – cosiddette shopper ha destato molti dubbi e polemiche. Da ultime verifiche il costo delle buste ultraleggere varia attualmente da 1 e 2 centesimi soprattutto nella grande distribuzione, è possibile utilizzare le buste di carta in loro sostituzione, l’unica cosa è che costano di più per cui l’esercente dovrà decidere se e a quale prezzo farle pagare.

Ricordiamo che questa materia, i cui primi interventi risalgono ormai a molti fa, aveva già causato nel tempo criticità tanto che la sua evoluzione è stata lunga e complessa ed ha visto la CNA impegnata per supportare le aziende in questa transizione.

Infatti, in attuazione della disciplina comunitaria volta a ridurre l’impatto di questi beni sull’ambiente, l’Italia ha adottato un primo divieto per la commercializzazione degli shopper non biodegradabili già a partire dal 2011. Nel tempo si sono susseguite diverse proroghe, determinate da un lato dalla mancata definizione, in fase iniziale, dello standard tecnico in base al quale individuare i sacchetti biodegradabili e, dall’altro, a smaltire le scorte.
La definitiva entrata in vigore del divieto si ha con l’avvio, ad agosto del 2014, delle sanzioni.
In questo quadro è intervenuto appunto il Decreto Mezzogiorno nel quale, ricordiamo, è stata inserita la disposizione relativa agli shopper con un emendamento presentato in extremis (su un provvedimento riguardante una materia assolutamente estranea a quella ambientale) rendendo di fatto impossibile qualsiasi intervento da parte della CNA.

Le principali novità introdotte riguardano:
• le definizioni,
• la progressiva riduzione, in recepimento della Direttiva 2015/720/UE, delle borse ultraleggere e incremento nel tempo del contenuto minimo di materia prima rinnovabile,
• nuovi obblighi di comunicazione
• il divieto di distribuzione gratuita.
In particolare quest’ultimo punto ha causato, in occasione della data del 1° gennaio, molte criticità per le imprese e molti dubbi applicativi; in merito è intervenuta, da ultimo, una circolare del Ministero dell’Ambiente, i cui chiarimenti principali riguardano:
• La corretta classificazione delle buste di plastica commercializzabili, rispetto alle fattispecie previste:
• borse di plastica riutilizzabili con maniglia esterna alla dimensione utile del sacco e borse di plastica riutilizzabili con maniglia interna alla dimensione utile del sacco, con determinati requisiti di spessore e % di plastica riciclata;
• borse di plastica biodegradabili e compostabili certificate da organismi accreditati;
• borse ultraleggere biodegradabili e compostabili di spessore inferiore a 15 micron, realizzate con almeno il 40% di materia prima rinnovabile (percentuale che si incrementa negli anni successivi), ai fini di igiene fornite come imballaggio primario per alimenti sfusi, come frutta, verdura ed altri alimenti che non siano già stati preincartati dal produttore.
• Il divieto di distribuzione gratuita che, viene chiarito, riguarda tutte le borse di plastica ammesse al commercio.
• La possibilità di utilizzo di borse portate dall’esterno per asporto di prodotti sfusi: su questo punto il Ministero dell’Ambiente si rimette al dettato del Ministero della Salute, orientato a consentire l’utilizzo di sacchetti di plastica monouso (non utilizzati in precedenza) già in possesso della clientela, che però rispondano ai criteri previsti dalla normativa sui materiali destinati a venire a contatto con gli alimenti.

APPROFONDIMENTI


 

CNA Produzione

  • Bonus casa 2018

    Legge di Bilancio  2018operativi i nuovi bonus per la casaE' entrata in vigore il 1° gennaio la Legge dello Stato 27/12/2017 n. 205 “Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020 (Legge di Bilancio 2018) “ che prevede una serie di novità per i bonus legati alla “filiera casa”Di seguito riportiamo l’estrema sintesi reperita dal sito Edilportale >>>
  • L'erede delal dinastia delle barche

    L’erede della dinastia delle barche“Celebro la tradizione con l’innovazione sostenibile”Il suo cognome è sinonimo di eleganti barche a motore in legno, che sfrecciano su laghi e lagune, con a bordo industriali e star hollywoodiane. Un'eredità preziosa e pesante di otto generazioni, che Daniele Riva, 47 anni, è riuscito a portare avanti e insieme innovare.Da ultimo con "Ernesto", nome dello storico fondatore dei cantieri di Laglio, sul Lago di Como, di suo padre, mancato dieci anni fa, e ora anche della prima imbarcazione completamente elettrica dell'omonimo cantiere Riva. >>>
  • Soresina Inaugurato Laboratorio Sostenibilità

    SORESINA (CR)
    27 settembre 2017INAUGURATO IL LABORATORIO DELLA SOSTENIBILITA'E’ stato inaugurato a Soresina (CR) alla presenza del Presidente Nazionale della CNA Daniele Vaccarino il "Laboratorio della sostenibilità", una iniziativa che potrà rappresentare il punto di riferimento per la formazione degli operatori del settore in ambito energetico, impiantistico e gestionale.Nato da un’iniziativa di ASPM, CNA Lombardia, ECIPA ed ANICA, il laboratorio sarà un vero e proprio Centro Permanente di Formazione e Ricerca, primo nel suo genere e unico in Italia, attrezzato con le migliori e più recenti tecnologie disponibili, dove si istruiscono e formano, ai vari livelli, gli operatori in ambito energetico, impiantistico e gestionale.  >>>
  • BeOpen

    APPUNTAMENTO COL FUTUROBeOpenCavenago Brianza (MB)
    19 OTTOBRE 2017 INGRESSO GRATUITO PER GLI ASSOCIATI CNA PREVIA REGISTRAZIONE ON-LINEBeOpen LEGNOLEGNO, LA CRESCITA PER LE AZIENDE DELLA LOMBARDIA
    Fare gruppo e aprirsi alle sfideIn un momento di ancora forte turbolenza globale del settore serramento, una ventata di positività e opportunità arriva dagli eventi BeOpen di Consorzio LegnoLegno, che portano anche in Lombardia il concetto di apertura, valore e scambio tra le parti.Organizzato insieme a CNA Nazionale e a CNA Lombardia, il 19 ottobre 2017 presso il Devero Hotel & SPA di Cavenago di Brianza (MB), BeOpen offrirà al partecipante le informazioni utili a serramentisti, rivenditori di serramenti e operatori del settore per restare sul mercato. >>>
  • Slow commuter: ERNESTO

    Slow Commuter:"Ernesto" un'imbarcazione sostenibile
    per il futuroPresentata sabato 16 settembre a Laglio (Lago di Como) una innovativa barca con propulsore elettrico e il cantiere storico Riva “la Sciostra” restaurato e portato ad una nuova funzione. Due iniziative di un unico progetto reso possibile grazie ad un finanziamento di Regione Lombardia. Ernesto, il nome della tradizione e del futuro. Il Cantiere Ernesto Riva di Laglio ha inaugurato sabato pomeriggio una nuova filosofia nel costruire imbarcazioni sostenibili e ha presentato il Centro ricerche per la nautica che ha sede alla "Sciostra" dal 1771 la bottega produttiva del Cantiere in riva al Lago. Una tradizione che fonda le proprie radici alla fine del ‘700, che ha vissuto l’evoluzione dell’attività navale sul Lario, per più di 200 anni, moltissime imbarcazioni in legno costruite, a vela e a motore, innumerevoli restauri e recuperi di scafi storici prestigiosi. E’ il Cantiere Ernesto Riva del Lago di Como guidato oggi da Daniele Riva, l’ottava generazione di una dinastia di artigiani d’eccezione che creano da sempre i loro capolavori innovando e valorizzando un materiale antico: il legno. >>>
Ragione sociale
Parole chiave

Artigiani in rete

CALENDARIO

expo Brianza
Credito d'imposta
rappresentanza
banner China
Como Essence
MAB 2016
MAB InfoPage
buffetti
Bcc Alta Brianza
BCC Cantù
Serratore
istituto pascoli
castello di casiglio
storie Cna
cnaservizipiù
cnacittadini
sistri
Banner ComoCom
consip
servizio psicologo per imprenditori

Contatti

COMO
Viale Innocenzo XI, 70
tel 031.27.64.41
fax 031.24.22.01
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LECCO
Corso Carlo Alberto, 37/A
tel 031.27.64.4
fax 0341.36.44.55
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LIMBIATE
Piazza della Repubblica 6/7/9
tel 02.99451711
fax 02.99451742
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CANTÙ
Via dell'Artigianato, 8
tel 031.27.64.41
fax 031.71.27.76
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ERBA
Via Turati, 3
tel 031.27.64.41
fax 031.61.06.23
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

GRAVEDONA
Via Regina Ponente, 49
tel 031.27.64.41
fax 0344.85.025
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

LOMAZZO
Via M.Generoso, 2
tel 031.27.64.41
fax 02.96.77.90.49
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MENAGGIO
Via C.Porta, 2
tel 031.27.64.41
fax 0344.30.020
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PORLEZZA
Via Cuccio (centro servizi)
tel 031.27.64.41
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.